Occhi - Sopracciglio

Lifting del sopracciglio con tecnica di sospensione a minima invasività


La forma e l’altezza del sopracciglio sono determinanti nel caratterizzare lo sguardo umano. Piccole variazioni hanno grande impatto nell’estetica facciale e nell’espressione.

Le caratteristiche del sopracciglio sono fondamentali nella comunicazione non verbale: una piccola discesa verso il basso, tipica dell’invecchiamento, conferisce un aspetto stanco.

La discesa del sopracciglio (ptosi) è prevalente nella sua parte laterale (verso la tempia e compare in età giovane; infatti si nota già nei quarantenni.

Il miglioramento degli standard di qualità di vita ha portato ad una maggiore attenzione a questi dettagli, che possiamo definire ancora di nicchia. Parallelamente si è perfezionata l’offerta delle tecniche di ringiovanimento facciale: dal lifting tradizionale con accesso coronale (molteplici incisioni, tempi operatori lunghi e convalescenza non breve) si è passati a tecniche chirurgiche più "soft".
Il lifting del sopracciglio è la tecnica che più di tutte ha beneficiato di questo approccio “soft”.

Il lifting del sopracciglio con tecnica di sospensione a minima invasività, differisce dalle tecniche tradizionali in quanto:
  • necessita solo di anestesia locale;
  • è una procedura di chirurgia ambulatoriale;
  • non ci sono scollamenti chirurgici;
  • non vengono praticati tagli di accesso, ma solo 4 incisioni puntiformi (1 millimetro) per lato;
  • tempo di convalescenza ridotto (2- 3 giorni).
Le 4 incisioni puntiformi servono per consentire lo scorrimento di un filo si sospensione che viene poi annodato dopo aver sospeso il sopracciglio nella nuova posizione. L’effetto è immediato e i benefici sul look sono notevoli, a fronte di una procedura che ha una durata di intervento di circa 30 minuti e risultati stabili negli anni.

Dott.ssa Maddalena Ballio - Lifting del sopracciglio a Milano, Monza e Merate.