Capelli
Gli integratori per ricrescita capelli sono consigliati quando ci si sottopone ad un trattamento anticalvizie con PRP.

Alle persone che si sottopongono al trattamento con fattori di crescita piastrinici per rallentare la caduta dei capelli vengono sempre prescritte terapie di supporto con lozioni per stimolare i follicoli peliferi e potenziare così l’effetto delle iniezioni di PRP sul cuoio capelluto.

Oltre alle lozioni è possibile potenziare l’effetto del PRP con integratori per la ricrescita capelli, da assumere in forma di compresse o capsule.

Acidi grassi polinsaturi (PUFA) omega-3
Si possono trovare naturalmente nell’olio di oliva, nella frutta secca, nel salmone e nel pesce azzurro.
Assumendoli come integratori si rende disponibile una dose molte superiore a quella alimentare.
La loro azione è l’inibizione dell’enzima 5-alfa reduttasi, che converte (nel cuoio cappelluto) il testosterone in diidrotestosterone: questo meccanismo consente di constrastare l’atrofia dei follicoli piliferi.

Estratti di tè verde
Anche questi composti sono in grado di inibire l’attività dell’enzima 5-alfa reduttasi.
Sia gli omega-3 che gli estratti di tè verde possono essere aggiunti alla normale alimentazione, senza effetti collaterali.
Oltre al beneficio tricologico esplicano attività di protezione contro i radicali liberi, qundi rallentano l’invecchiamento e offrono protezione cardiovascolare.

Nell’ambito di una trattamento anticaduta a base di PRP, la cui efficacia è dimostrata da numerosi studi scientifici, gli integratori per ricrescita capelli sono intesi per un assunzione a lungo termine, in associazione ad una corretta alimentazione.

Dott.ssa Maddalena Ballio, Specialista in trattamenti anticalvizie con trattamenti con fattori di ricrescita piastrinici uniti all'assunzione di appositi integratori alimentari e ad una corretta alimentazione.